𝗣𝗜𝗨’ 𝗢𝗥𝗚𝗔𝗡𝗦𝗠𝗜 𝗣𝗘𝗥 𝗧𝗨𝗧𝗧𝗘…𝗲 𝗻𝗼𝗻 𝗰𝗲𝗿𝘁𝗼 𝗶𝗻 𝘀𝗼𝗹𝗶𝘁𝗮𝗿𝗶𝗮

Siamo arrivati al punto che ogni giorno dobbiamo insistere per difendere l’ovvio.

Questa signora della foto è talmente brutta e mal tenuta che difficilmente qualche bell’uomo si impegnerebbe per farle avere qualche buon orgasmo!

Non si può pretendere di essere brutte e sciatte e aver qualche bell’uomo nel letto; la vita lo sappiamo tutti non funziona così.

Quello che però mi fa sempre incazzare è lo sforzo fatto dalle multinazionali per distruggere con la propaganda la vita della gente.

Credo fortemente nell’unione uomo donna.

Ci credo talmente tanto che mi sono risposata alle soglie dei 50.

La vita di coppia deve essere sviluppata intorno ad un concetto: COLLABORAZIONE.

Invece no.

Ma non credere sono gli stessi Ashkenaziti dietro a Big Pharma!

Da decenni mettono l’uomo contro la donna e viceversa.

Nel mondo non esiste alcuna vera povertà se non quella indotta dai giochi della finanza mondiale.

I soldi sono creati dalle banche, dal nulla, basta un click.

Dopo la guerra inizia una marcia esagerata per disfare la coppia, fulcro della vita sociale.

Se prima uno stipendio bastava, dopo pian piano non basta più.

Ecco che allora la donna deve per forza lavorare lasciando a casa i figli con i nonni e portandoli in asilo.

Ecco che inizia la propaganda contro la coppia.

Ecco che si inizia a competere in famiglia persino per il posto di lavoro.

Ora ci vogliono persino contro nel letto tra le lenzuola.

Una vergogna.

Molte donne si lamentano sempre degli uomini e dicono che sono maschilisti e bla, bla, bla.

Brave, ricordatevi però che questi uomini sono stati allevati da donne.

Torniamo alla competizione.

I maschi possono fare figli? Forse nel futuro, grazie alle menti bacate degli stessi signori che possiedono tutte le leve finanziarie e sono i proprietari di Big Pharma.

La donna fa i figli, ricordiamo sempre l’ovvio.

Ma allora perché la donna deve battersi per avere quello che ha l’uomo?

E’ l’uomo che deve avere sufficienti risorse economiche per mantenere dignitosamente la famiglia e permettere alla donna di poter restare a casa a badare ai figli, se lo desidera.

A cosa serve un mammo? A nulla ve lo dico io.

I piccoli imparano una prima parola e questa parola è “MAMMA”.

Anche qui l’ovvio ma ripetiamolo.

I soldi ci sono ma a voi fanno credere che non è così.

Con la scusa della competizione trovano un nemico e aizzano due parti una contro l’altra.

Vi ricordo il mito descritto da Platone in Simposio: uomo e donna uniti insieme che diventano il terrore degli dei.

O si, perché se uomo e donna hanno comunione di intenti, non li fermano manco gli dei e possono generare la vita come Dio.

Adesso invece ci troviamo con i maschi giovani che vedono solo i porno su internet invece di correre dietro alle ragazzine e scambiano la pornografia con l’Amore e le ragazzine che invece di pensare alla costruzione di una famiglia pensano a diventare manager per fare incetta di borse e scarpe di qualche stilista.

Wow, che mondo meraviglioso.

Avere, lavorare per avere, competere per avere.

La coppia è l’antidoto ad un mondo arido e privo di sentimenti.

Dalla collaborazione possiamo trovare soddisfazione, appoggio, comprensione…e perché no tanti meravigliosi orgasmi!

E non raccontatemi che il fai da te è meglio come ci raccontano certi medici imbecilli che dicono che dobbiamo isolarci per non prenderci malattie.

Si facessero furbi.

Si andassero a leggere i testi di Alexander Lowen, uno degli uomini che ha scritto la storia della psicoterapia.

Il mio intento è rendervi belle per farvi scegliere chi volete.

Il mio intento è rendervi più libere, ma non più sole.

La mia speranza è che troviate il vostro cavaliere nero, perché le donne raccontano che vogliono solo dolcezza ma io so che invece cercano passione.

Ecco di nuovo l’ovvio.

Se non ti piace il mio di pensare non mi importa un fico secco, lascia la pagina, resta sola e mal accompagnata. Non mi importa nulla.

Nessuno mi toglierà dalla testa che avere un buon rapporto di coppia sia, insieme a qualche buona amicizia e un buon lavoro, uno degli elementi più importanti per essere soddisfatti della vita.

Collaborazione non contrapposizione.

Dividi et impera. Chi è il nemico? L’Uomo.

Ma si può essere più stupide di così?

Non credo.

Sì, poi certamente alcuni uomini sono terribili, egoisti e stronzi: bene lasciateli perdere, ma non possiamo pensare che diventino i nostri burattini perché se lo facessero in un nanosecondo perderemmo per loro ogni interesse!

Vai ad ascoltarti la canzone di Mina “ sei grande, grande, grande”, la quale senza mezzi termini ci racconta come il cavaliere nero sia la maggior fonte di soddisfazione per la donna!

E chi è grande come me e si guarda dentro sa che ho ragione da vendere.

E sempre a dar contro agli uomini, meglio ancora se bianchi ed eterosessuali.

L’estate scorsa abbiamo avuto a Casale per una sera il noto psicotarapeuta Giorgio Nardone per la presentazione di uno dei suoi ultimi libri.

Le persone potevano fare mille domande intelligenti sull’approccio psicologico alle fobie della scuola di Palo Alto di cui lui è eminente sostenitore.

Invece no, salta fuori la femminista di turno: “può dirci qualcosa del femminicidio?”.

Il dottor Nardone senza nascondersi dietro un dito: “ Sì, posso dire che statistiche alle mano sono molte più le donne che uccidono uomini che viceversa”.

Gelo nel pubblico, distrutta la femminista che voleva poter ingiuriare gli uomini per l’ennesima volta in vita sua.

Molti uomini sarebbero più contenti di guadagnare tanto di più per permettere che mogli e figli stiano bene.

La maggior parte degli uomini nel mondo si spacca la schiena a lavora per un solo scopo: mantenere moglie e figli.

Parliamo quindi in termini di collaborazione non di contrasto!

Perché, se ci sono uomini stronzi, ci sono una marea di streghe in circolazione che ipnotizzate dalla propaganda della tv distruggono completamente ogni possibilità di vivere una vita serena con meravigliosi organismi e copiose eiaculazioni femminili!!!